Perché il sonno è importante

Il sonno è fondamentale per una buona salute, ma solo 1 adulto su 3 ne ha a sufficienza, come dimostrano diversi studi condotti in diversi Paesi. 

Perché? Perché noi esseri umani siamo portati a ritardare il sonno anche se è dannoso per la nostra salute? Sapevate che gli esseri umani sono gli unici mammiferi che ritardano volentieri il sonno? I ritmi serrati e l'ansia dovuta a questi impegni quotidiani potrebbero essere una delle ragioni dei problemi di sonno che la maggior parte di noi si trova ad affrontare oggi.

Perché il sonno è importante?

La privazione del sonno può portare a molti problemi di salute a lungo termine, ma può avere anche molte conseguenze dannose e gravi a breve termine: la sonnolenza alla guida, ad esempio, è piuttosto pericolosa. Sapevate che stare svegli per 18 ore di fila vi fa guidare come se aveste una concentrazione di alcol nel sangue di 0,05? "Se si è svegli per 24 ore e si guida, è come se si avesse un tasso di alcolemia di 0,10"* .

La maggior parte degli adulti ha bisogno di 7-9 ore di sonno e una quantità inferiore a 7 è solitamente associata a un maggior rischio di sviluppare condizioni croniche come l'ipertensione, l'obesità, il diabete e il disagio mentale. 

 

Abbiamo contattato la consulente del sonno Simona Peycheva per parlare di tutte le questioni legate al sonno e per ottenere alcuni consigli davvero utili per tutti voi, in modo che possiate iniziare a dormire meglio.

consulente del sonno Simona Peycheva

Simona Peycheva è madre di due figli e consulente certificata per il sonno dei bambini. È la fondatrice dell'associazione Sleep Well di Sofia, in Bulgaria, che si occupa della prevenzione dei problemi legati al sonno nei bambini. Simona è una consulente del sonno che aiuta le famiglie con bambini a risolvere i problemi legati al sonno.

HoW: Cos'è che impedisce a tanti adulti di dormire il sonno di cui hanno bisogno?

Simona Peycheva: Il più delle volte si tratta di ansia. Le persone vanno a letto con molta ansia. Pensano a tutte le cose che non sono riuscite a fare, a quello che stanno per finire, a tutte le scadenze che li attendono. Tutti noi stiamo vivendo giornate estremamente dinamiche e stiamo cercando di incastrare più di quanto siamo capaci di fare in 24 ore. Quel che è peggio è che cerchiamo di coinvolgere anche i nostri figli con tutte queste attività extrascolastiche dopo la scuola. Molti di noi hanno aspettative estremamente elevate e obiettivi piuttosto ambiziosi. Vogliamo di più da noi stessi, ma anche dai bambini. 

Le persone sanno che devono andare a letto, ma devono anche finire questo e quello, fare il bucato, inviare quella e-mail, e si perdono il momento in cui possono facilmente addormentarsi. La finestra di opportunità si chiude. Una volta che questo accade, il nostro corpo inizia a produrre ormoni dello stress. Biologicamente, se non si riesce ad addormentarsi all'ora prevista, si segnala che è in corso una situazione di stress che deve essere superata. Questi ormoni dello stress ci tengono svegli per poter affrontare una situazione urgente. 

Se siamo molto stressati, abbiamo anche molti ormoni dello stress che ci tengono svegli. Per questo motivo, molte persone non riescono a cadere in un sonno profondo, in modo da potersi sempre alzare se succede qualcosa, proprio come le madri dei neonati. Sono sempre pronte a sentire se il loro bambino ha bisogno di loro. 

Purtroppo non c'è un modo semplice per rallentare, per abbassare la velocità, che sarebbe l'opzione migliore. ci sono alcuni semplici trucchi che possono aiutarci ad avere abbastanza tempo per tutto e a fare tutto ciò che desideriamo senza sacrificare il sonno. 

HoW: Cosa si può fare per ottenere questo speciale tipo di equilibrio?

S: Per prima cosa è necessario creare un programma chiaro. A che ora dovete svegliarvi, in modo da sapere a che ora dovete andare a letto per ottenere le ore di sonno necessarie. Il mio consiglio è di andare a letto e svegliarsi all'ora esatta ogni giorno, in modo che diventi una routine.

Un'altra cosa importante, una volta chiarito qual è l'orario migliore per andare a letto, è che Spegnere deliberatamente tutti gli schermi e i dispositivi elettronici.

Il letto deve essere considerato IL luogo in cui si dorme. Non deve essere un posto per guardare la TV. Non dovrebbe essere un luogo per lavorare e inviare e-mail. Non dovrebbe essere un luogo associato al rimanere svegli. Il letto deve essere percepito come il luogo in cui si va a dormire o come un luogo di intimità con il partner. A parte questo, nient'altro. 

La cosa migliore da fare prima di andare a dormire è calmarsi e rilassarsi. Ci sono alcune attività fisiche che possono aiutare a farlo: piegare il bucato è una di queste. In realtà, qualsiasi attività abbastanza semplice e che allo stesso tempo richieda concentrazione può fare al caso vostro, in modo che tutti i vostri pensieri vadano in quella direzione e possiate dimenticare tutti gli altri problemi che vi causano ansia. 

HoW: Si sta diffondendo la tendenza a svegliarsi presto al mattino per essere più produttivi. Svegliarsi alle 5 del mattino potrebbe essere la pillola universale della produttività?

S: Purtroppo non esiste un unico trucco universale che funzioni per tutti. Persone diverse, a età diverse, sono produttive in momenti diversi della giornata: è così fin dai tempi più antichi. Non esiste nulla di universale che sia valido per tutti. Naturalmente, se siete tra coloro che sono produttivi alle 5 del mattino, potete alzarvi alle 5, purché andiate a letto abbastanza presto per poter dormire le ore necessarie. Se non riuscite ad andare a dormire abbastanza presto, non è una buona idea svegliarsi alle 5 del mattino, solo per seguire la tendenza.

Per concludere, illustreremo rapidamente i benefici di un buon sonno, ritenendo che questi motivino la maggior parte di voi a dare priorità al sonno:

  • Il sonno è uno dei maggiori rinforzi per il sistema immunitario
  • Il sonno è di solito un prerequisito per il buon umore
  • Il sonno può prevenire l'aumento di peso
  • Il sonno aumenta la produttività e la memoria

Dormi bene!

*Per saperne di più sulla guida in stato di sonnolenza qui.

Continua a leggere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei + cinque =