Risparmiatevi la fatica della primavera

Forse siete ancora in uno stato d'animo invernale, bevete un'altra tazza di tè, guardate un pupazzo di neve all'aperto o tornate di corsa a casa dopo il tramonto. In ogni caso, probabilmente sognate ancora i tramonti di fine estate. Non preoccupatevi, il tempo vola e sono dietro l'angolo. Ma prima dovrete accettare un allegro invito all'aria aperta da parte della primavera e la sonnolenza extra di affaticamento della molla che lo accompagna.

Questo post vi ricorda che la stanchezza primaverile si fa sentire e che bisogna essere mattinieri per affrontarla al meglio: Non combatterlo. Prevenirla.

Che cos'è l'affaticamento delle molle?

La stanchezza primaverile o letargia primaverile è una condizione naturale e temporanea dell'umore che spesso si manifesta con sintomi fisici. Bassa energia, stanchezza, pigrizia, debolezza, frustrazione, sonnolenza incontrollabile (nonostante un'adeguata quantità di sonno), mal di testa, a volte dolori alle articolazioni e mancanza di slancio sono i sintomi più comuni.

Questa fase di stanchezza è normale e attesa da molti, ma non deve essere confusa con condizioni mediche più gravi che richiedono un aiuto professionale. Se la guarigione dura più di tre settimane, si consiglia di consultare il medico per verificare la presenza di disturbi del sonno.

In media, la stanchezza primaverile richiede circa due settimane per essere superata e, nell'emisfero settentrionale, i sintomi si manifestano solitamente da metà marzo a metà aprile.

Perché affrontiamo questa sfida in primavera?

Fiore dopo fiore, inizia la primavera. È il modo in cui la natura dice "svegliati e rimani vivo", perché il sole splende e c'è così tanta luce diurna che si può fare tutto e il contrario di tutto - lavoro, sport, incontri sociali - si è ispirati e pronti per la nuova stagione. O forse sì? Vi aspettate che questo flusso naturale di energia si attivi e vi sollevi, ma invece non ne avete voglia. Vi chiedete cosa c'è di sbagliato nei modi della natura? Niente. La spiegazione è semplice.

Le persone, come tutti gli animali, regolano i propri livelli ormonali in base agli stimoli esterni, come la luce e la temperatura. Quando fuori fa freddo e buio, il corpo rallenta il metabolismo nel tentativo di risparmiare energia e proteggersi. Inoltre, produce una maggiore quantità di melatonina, l'ormone del sonno, con un conseguente bisogno di dormire. In primavera, invece, la luce del sole fa sì che il corpo rilasci una maggiore quantità di serotonina, l'"ormone dell'attività". La temperatura corporea aumenta, i vasi sanguigni si dilatano e la pressione arteriosa si abbassa: il nostro corpo ha bisogno di tempo per adattarsi ai cambiamenti fisici. Da qui le due impegnative settimane di sonnolenza extra.

Home of Wool - Salvatevi dalla stanchezza primaverile prima che sia troppo tardi - sonnolenza

In molte zone del mondo la letargia primaverile e il passaggio all'ora legale coincidono. È il momento di "anticipare la primavera" e di spostare l'orologio di un'ora in avanti, con il risultato di dormire meno la prima notte e di avere più buio di quello a cui siamo abituati la mattina dopo. Quando si perde il sonno all'improvviso, ci può volere circa una settimana per adattarsi.

Un altro fattore che entra in gioco sono le allergie stagionali. Le allergie al polline sono frequenti in primavera e spesso disturbano le fasi più profonde e ristoratrici del sonno. Assicuratevi che nella vostra camera da letto ci siano purezza e comfort: pulite o cambiate frequentemente il filtro dell'aria per gestire le allergie e scegliere materiali completamente naturali per la biancheria da letto e mobili.

Anche l'inquinamento atmosferico è un ostacolo al corretto riposo. L'aria interna può essere cinque volte più inquinata di quella esterna. Gran parte della qualità dell'aria nella stanza è dettata dai materiali utilizzati per l'arredamento e la costruzione della casa. Creare un ambiente sano in casa è fondamentale per un sonno ristoratore.

Come si può prevenire l'affaticamento della molla?

Come già detto, iniziare presto è la strategia migliore. Ecco alcuni semplici mezzi per alleviare i sintomi della letargia primaverile.

Avvicinatevi per primi alla natura: cercate la luce del sole per unirvi al flusso della natura.

L'esposizione al sole aiuta a migliorare la circolazione sanguigna e a eliminare le tossine dal corpo. È inoltre necessario per l'assorbimento del calcio da parte delle ossa. Le ricerche dimostrano che trascorrere del tempo al sole favorisce la sintesi della vitamina D3 nell'organismo umano, che può migliorare l'umore e favorire il sonno.

Sapendo che la luce stimola la produzione di serotonina (nota anche come ormone della felicità), potete trascorrere più tempo all'aria aperta anche quando ce n'è meno. Rimanete alla luce del sole ogni volta che ne avete la possibilità, in modo da adattare il vostro corpo alla maggiore concentrazione di raggi UV.

Assicuratevi di respirare aria fresca, sia all'interno che all'esterno.

L'aria fresca dà più energia e una mente più lucida, rafforza il sistema immunitario, migliora la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. Che si tratti di una vista su un parco verde o di avventure su un lago di montagna, pensate a come avvicinarvi alla natura. Hobby come il giardinaggio e l'escursionismo invitano a uscire e a farsi carico del proprio bisogno di uno stile di vita sano e di un ambiente bello.

Sebbene tutte queste attività dipendano dal clima, non dimentichiamo che l'aria all'interno delle nostre case può essere molto più tossica di quella esterna. I mobili che abbiamo in casa sono uno dei principali responsabili delle emissioni di COV. Una soluzione è quella di avere un collezione di piante da appartamento - un esercito che assorbe i gas nocivi e purifica l'aria. Un approccio più potente sarebbe quello di costruire il vostro camera da letto con materiali completamente naturali e garantire la dose giornaliera di aria fresca di cui il corpo ha bisogno.

Mangiare molto cibo fresco e idratarsi

Per rendere l'organismo in forma per la primavera, è bene aumentare l'assunzione di frutta e verdura. Questo è il modo migliore per fornire all'organismo una dose extra di vitamine e minerali. Tuttavia, anche bere una quantità sufficiente di liquidi essenziali dovrebbe far parte di un programma di prevenzione: a volte ci si sente stanchi semplicemente perché si è leggermente disidratati.

Fate una colazione sostanziosa per stimolare il metabolismo e dare al corpo energia da bruciare. Il cervello si basa sul glucosio come carburante, quindi scegliete carboidrati a digestione lenta come pane integrale, farina d'avena e banane. Una colazione equilibrata comprende anche proteine e grassi sani che si trovano in noci, uova, yogurt, ecc.

Mangiate in modo sano e non saltate i pasti - riducete la quantità di alimenti ad alto contenuto di grassi, zuccheri e sale. Cercate di mangiare regolarmente per mantenere i livelli di energia nel corso della giornata, ma non esagerate perché i pasti abbondanti possono, a loro volta, prosciugare le energie.

Ridurre l'assunzione di caffeina

Attenzione a non esagerare con la caffeina. Bere caffè è probabilmente il modo più comune per svegliarsi e rimanere vigili, ma l'effetto si esaurisce molto rapidamente. La caffeina agisce come stimolante sul sistema nervoso centrale favorendo il rilascio di adrenalina, un ormone utile in uno stato di emergenza ma non ottimale per la vostra routine. Una volta esaurita l'adrenalina indotta dalla caffeina, si va incontro alla stanchezza. Di conseguenza, si desidera una maggiore quantità della magica bevanda per aumentare il flusso di adrenalina, dando vita a un circolo vizioso di comportamenti malsani in cui si diventa sempre più irritabili.

Il modo migliore per eliminare la caffeina è ridurre gradualmente l'assunzione di caffè, tè nero e bevande a base di cola. Se non siete pronti a dire addio a queste bevande, provate ad assumere una sola bevanda a base di caffeina al giorno, preferibilmente prima di mezzogiorno.

Superare la pigrizia: muoversi frequentemente e muoversi liberamente.

Ogni tipo di esercizio che potete aggiungere alla vostra routine farà il suo dovere. Il movimento regolare è probabilmente il modo migliore per rilasciare serotonina e preparare il corpo alla primavera. L'attività fisica rende più energici, mentre uno stile di vita sedentario è una nota causa di stanchezza. Naturalmente bisogna fare attenzione a non esagerare, quindi se non fate nulla da molto tempo, iniziate a camminare e fate in modo che ogni passeggiata sia più lunga della precedente: il vostro cane sarà il più felice.

Non vi è mai piaciuto lo sport? È probabile che abbiate una canzone preferita. E questo significa che potete ballarla. Alzate il volume e lasciatevi guidare dall'anima. Fa bene al corpo e alla mente. Ma non rimanete fino a tardi sulla pista da ballo, perché sarà difficile addormentarsi. Terminate le vostre attività almeno 2 ore prima di andare a letto, in modo che il vostro corpo possa rilassarsi e la vostra mente calmarsi.

Se per caso, nonostante queste pratiche di prevenzione, doveste riscontrare un affaticamento primaverile, la cosa migliore da fare è stabilire una routine della buonanotteSeguite un programma di sonno coerente e continuate a farlo fino a quando i vostri livelli di energia non saranno tornati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici + nove =