Sfatato: Cinque miti sulla lana

Negli ultimi anni abbiamo risposto a migliaia di domande e affrontato centinaia di dubbi sulla lana e sui prodotti in lana naturale. Abbiamo stilato un elenco delle cinque idee sbagliate e dei miti più comuni sulla lana e sulla biancheria da letto in lana naturale.

Mito #1: La lana non è adatta al clima caldo.

Uno dei miti più comuni sulla lana è che non sia adatta ai climi più caldi. Spesso ci viene chiesto se un materasso di lana, un cuscino di lana o un topper di lana siano adatti a paesi con climi più caldi. Possiamo assicurarvi che la lana è un prodotto per quattro stagioni.

La lana regola la temperatura corporea come nessun altro materiale. Mantiene la temperatura corporea ottimale indipendentemente dalla temperatura esterna. La lana mantiene il calore in inverno e il fresco in estate. La lana assorbe il sudore e lo lascia uscire attraverso le sue fibre traspiranti, mantenendo uno strato costante di aria asciutta accanto alla pelle. Sempre! Non importa se fuori fa caldo o freddo. La lana è il materiale ottimale per aiutarvi a mantenere un sonno confortevole e sano. temperatura.

Spesso si teme che la lana faccia sudare. In realtà, grazie alla sua elevata traspirabilità e alle sue qualità di tessuto, la lana rilascia l'umidità nell'aria in modo davvero efficiente, mantenendovi così asciutti per tutta la notte, a differenza di altre opzioni naturali o sintetiche. Non dovrete più pensare a quelle notti di sudore.

Mito #2: La biancheria da letto in lana non fa per me perché sono sensibile/allergico alla lana?

Quando si pensa alla lana, la si può associare al prurito. Tutti noi abbiamo avuto quei maglioni di lana che prudevano. Tuttavia, non è sempre così.

Anche se la vostra pelle è sensibile, quando si tratta di biancheria da letto in lana, non sarete esposti alle fibre della lana stessa. Certo, le fibre della lana sono un po' ruvide, ma il materasso ha il suo ticchettio. Poi, molto probabilmente, ci sarà un proteggi-materasso e infine le lenzuola. Lo stesso vale per i piumini e i cuscini di lana.

Ai miti sulla lana si aggiunge l'idea errata che la lana sia un allergene. Molte persone che non sopportano i maglioni di lana, ad esempio, potrebbero pensare di essere allergiche alla lana. Gli studi dimostrano che tutte le fibre, non solo la lana, possono provocare una sensazione pungente sulla pelle se l'estremità della fibra è più grossa. Il più delle volte si tratta di una semplice irritazione fisica della pelle, non di un'allergia. È proprio questa irritazione che può causare arrossamenti sulla pelle a contatto con gli indumenti di lana.

Studi scientifici dimostrano inoltre che l'irritazione è solitamente causata da alcune finiture chimiche utilizzate per i capi in lana, come la formaldeide e il cromo. Il modo migliore per evitarla è assicurarsi di sapere cosa è stato usato nei prodotti che si acquistano.

Mito #3: La lana puzza di pecora!

Questo è uno dei miti sulla lana! Una volta ricevuta la vostra creazione di lana, potrebbe avere un leggero odore. Non avrà un odore di pecora, ma piuttosto di fienile. Alcuni dei nostri clienti lo descrivono come "un leggero odore di fienile pulito, sano e caldo che si dissipa rapidamente e che ha una sensazione di salute e amore".

La nostra lana è completamente naturale e non è stata lavata con prodotti chimici per rimuovere il suo rivestimento naturale di lanolina, che le conferisce l'odore ma anche una moltitudine di magici benefici. Quindi ci sarà un leggero odore, ma di solito si elimina nel giro di una settimana o poco più. Per aiutare gli articoli ad arieggiare meglio, arieggiate spesso la vostra stanza.

In altre parole, non preoccupatevi del leggero profumo iniziale. È la prova che la lana del vostro capo è il più naturale e puro possibile. Significa che non è stata trattata con sostanze chimiche, compresi i saponi aggressivi che eliminano il rivestimento naturale di lanolina.

Mito #4: La lana può portare insetti in casa.

Lana e tarme

Molte persone credono che la lana porti con sé le tarme, ma non è così. La nostra lana viene lavata e non contiene insetti. Quindi, se in casa vostra non c'è un'infestazione attiva di tarme, i vostri materassi e articoli in lana Home of Wool saranno al sicuro. Tuttavia, poiché sono completamente naturali e privi di sostanze chimiche e finiture, se ci sono tarme, c'è la possibilità che infestino anche la lana.

Una cosa da tenere presente: le tarme della lana sono diverse dalle tarme del cibo. La presenza di tarme nel vostro barattolo di riso non avrà alcun effetto sui vostri pezzi di lana. Ma se in casa avete tarme della lana o scarafaggi dei tappeti, è altamente consigliabile sbarazzarsi di loro prima di acquistare un articolo in lana.

Lana e acari della polvere

Se c'è una cosa che gli acari della polvere non sopportano è la lana. La lana è naturalmente repellente agli acari della polvere. Sono la lanolina e la struttura delle fibre di lana a respingere gli acari della polvere, ma c'è di più.

Gli acari della polvere sono creature microscopiche che sopravvivono e prosperano sulle scaglie di pelle umana morta. Amano i luoghi bui, umidi e caldi. La temperatura ottimale per il loro banchetto è compresa tra 66°F e 86°F. I luoghi della vostra casa con un livello di umidità compreso tra 75% e 80% saranno il paradiso degli acari della polvere. Non c'è da stupirsi che si trovino soprattutto nel nostro luogo sacro: il letto. Amano i materassi e i cuscini.

È qui che entra in gioco la capacità della lana di assorbire l'umidità e creare un ambiente asciutto e fresco. Questo è uno dei motivi per cui non si formano colonie di acari della polvere nella biancheria da letto in lana, a differenza di quella in poliestere.

In realtà, sono state condotte numerose ricerche sul poliestere e gli acari della polvere e, secondo uno studio pubblicato sul British Medical Journal, esiste una forte correlazione e causalità tra le reazioni allergiche agli acari della polvere e la biancheria da letto sintetica. Secondo lo studio, le persone affette da asma hanno maggiori probabilità di essere esposte a reazioni allergiche da acari della polvere se dormono su un cuscino sintetico. Sono i tessuti non traspiranti a costituire il miglior rifugio per gli acari della polvere, in quanto mantengono il calore e l'umidità di cui hanno bisogno per prosperare.

Mito #5: la tosatura della lana è crudele.

L'allevamento di pecore e la tosatura della lana sono modi tradizionali di guadagnarsi da vivere nei villaggi bulgari. Oltre alla lana, la maggior parte delle pecore degli allevamenti bulgari viene utilizzata anche per il latte.

La nostra lana viene raccolta da singoli proprietari e da piccole aziende agricole in Bulgaria. Questi proprietari trattano i loro animali con grande rispetto e si prendono cura di loro come se fossero membri della famiglia, in modo da poter avere la loro lana e il loro latte per molti anni.

Foto di Kat Jayne da Pexels

La tosatura della lana non è un atto crudele. Se effettuata da tosatori professionisti, non viene fatto alcun male alle pecore durante il processo.

Ci sono molte idee sbagliate comuni sulla questione della tosatura della lana, e alcuni sostengono addirittura che la lana sia crudele come la pelliccia. Ci siamo imbattuti in singoli video e foto che ritraggono atti di terrore su pecore e altri animali. Sebbene al mondo esistano persone crudeli e senza cuore, molti di questi video sono stati girati in allevamenti di animali da pelliccia o sono solo casi individuali che non possono parlare a nome dell'intera comunità degli allevamenti di pecore.

Questo mito è stato più volte sfatato da esperti e proprietari di greggi che sostengono che per la maggior parte delle pecore moderne è in realtà crudele non tosarle, dal momento che le pecore domestiche non tosano ed evolutivamente sono diventate dipendenti dall'uomo per la tosatura. Se non venisse tosata, la lana continuerebbe a crescere e un eccesso di lana sarebbe troppo rischioso e pericoloso per le pecore, con conseguente surriscaldamento durante l'estate o immobilità a lungo termine.

Noi di Home of Wool siamo fortemente contrari a qualsiasi tipo di violenza o crudeltà nei confronti degli animali e ci assicuriamo che la nostra lana provenga da pratiche etiche, in modo da poter dormire in pace anche noi.

Due miti sui bonus sfatati

Mito #6: la lana richiede molta manutenzione

Molti pensano che la lana richieda molta manutenzione, ma questo non è vero. La lana è naturalmente resistente agli odori e alle macchie, quindi è facile da mantenere pulita. Utilizzando il detersivo e il ciclo di lavaggio appropriati, è possibile lavarla in lavatrice e asciugarla all'aria senza problemi.

Le fibre di lana sono naturalmente durevoli e resistenti e possono sopportare l'usura quotidiana senza perdere la loro forma o il loro sostegno. Grazie alla sua naturale resistenza alla muffa, la lana non richiede lavaggi o pulizie frequenti. Basta arieggiarla per mantenerla fresca e pulita a lungo.

Se siete alla ricerca di una biancheria da letto o di un materasso che sia confortevole e di facile manutenzione, la lana è la scelta giusta. Non lasciate che il mito della lana ad alta manutenzione vi impedisca di godere dei suoi numerosi vantaggi.

Mito #7: La lana non è rispettosa dell'ambiente

La lana è una risorsa rinnovabile, in quanto le pecore possono produrre lana anno dopo anno, rendendola sostenibile ed ecologica. A differenza dei materiali sintetici, che possono impiegare centinaia di anni per decomporsi nelle discariche, la lana è biodegradabile e non danneggia l'ambiente.

La produzione di lana ha un impatto ambientale relativamente basso e richiede poca acqua ed energia. Non ci sono sostanze chimiche o inquinanti pericolose che possano danneggiare l'ambiente. Molti produttori sono impegnati in pratiche di sostenibilità. Utilizzano metodi di produzione etici e responsabili dal punto di vista ambientale, come l'approvvigionamento di lana da allevatori locali.

Se avete esitato a provare la biancheria da letto in lana o un materasso in lana a causa delle preoccupazioni sul suo impatto ambientale, sappiate che la lana è un'ottima scelta. Non solo è una risorsa rinnovabile e sostenibile, ma viene anche prodotta con un impatto ambientale relativamente basso.

 

Questi sono alcuni miti comuni sulla lana che abbiamo riscontrato. Se avete altre domande o dubbi, non esitate a scriverci. Saremo lieti di aiutarvi a saperne di più sulla lana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − 9 =