Lana e sostanze chimiche ritardanti di fiamma

Utilizziamo ritardanti di fiamma nei nostri materassi? No, non li usiamo! Abbiamo qualcosa di meglio. Abbiamo la lana!

Ma cos'è tutto questo clamore? I ritardanti di fiamma non sono utili in caso di incendio? Lo sono, ma sono anche estremamente tossici. Ecco perché dovremmo prendere in considerazione un'alternativa sicura ed efficace.

Sapevate che uno dei maggiori vantaggi della lana è la sua naturale resistenza alle fiamme? Non si scioglie come il nylon, il poliestere o la schiuma. La lana è in grado di rallentare la combustione della fiamma diffusa nelle lenzuola, nei divani e in tutti i tipi di arredamento. Ecco perché è la migliore alternativa ai ritardanti di fiamma.

Alcune aziende produttrici di materassi utilizzano uno strato di lana nei loro prodotti per rispettare le norme di legge. Altre utilizzano un po' di lana per motivi di marketing e molti prodotti chimici per ridurre i costi di produzione. Ma vediamo come tutto è iniziato.

Cosa sono i ritardanti di fiamma e perché sono presenti nella maggior parte dei materassi venduti dagli anni '70 ad oggi negli Stati Uniti?

I ritardanti di fiamma sono composti chimici utilizzati dall'industria dei mobili, dei materassi e della biancheria da letto per soddisfare le norme di sicurezza antincendio. La maggior parte delle sostanze chimiche utilizzate in questo processo, tuttavia, si sono rivelate tossiche e pericolose per la salute umana.

Tutto è iniziato ai tempi in cui fumare era cool, glamour ed economico. Negli anni '50 e '60 era socialmente accettabile fumare praticamente ovunque. Anche a letto. Questo ha provocato molti incendi ed è stato il motivo di molti infortuni e decessi.

Non c'è da stupirsi che i materassi siano stati trattati come la più grande fonte di combustibile in casa. La schiuma che viene utilizzata per crearli è altamente infiammabile e combustibile.

I rischi di incendio dovevano essere eliminati dalla camera da letto, ma senza interferire con gli interessi dell'industria del tabacco. Per questo motivo, negli anni '70 fu presentato nel Registro Federale lo Standard Federale di Infiammabilità dei Materassi, che entrò in vigore. Secondo lo standard, ogni produttore di materassi doveva garantire che i materassi conformi fossero in grado di resistere all'accensione di sigarette e altre piccole fonti di calore.. Cioè quando mI produttori di abbigliamento hanno iniziato a utilizzare sostanze chimiche ignifughe.

Nel corso degli anni la ricerca ha dimostrato che la maggior parte di queste sostanze chimiche ignifughe ha effetti dannosi per la salute, soprattutto per i bambini e i neonati.

Quasi 30 anni dopo, nel 2007, è stata emanata una nuova normativa. In base ad essa, i materassi prodotti e venduti negli Stati Uniti dovevano essere resistenti alle fonti di fiamma libera, come candele, fiammiferi e accendini.

Il regolamento, tuttavia, non richiede ai produttori di identificare chiaramente le sostanze chimiche ignifughe utilizzate nei prodotti. Sebbene esistano materiali completamente naturali, come la lana, che potrebbero essere utilizzati come ritardanti di fiamma, è molto più economico superare i test con le sostanze chimiche e la maggior parte delle aziende preferisce utilizzare opzioni tossiche a basso costo.

Quali sono gli effetti collaterali del dormire su un materasso trattato con sostanze chimiche ignifughe?

Le persone sensibili alle sostanze chimiche reagiscono immediatamente con eruzioni cutanee e difficoltà respiratorie. Per la maggior parte di noi non è così, ma questo non significa che un materasso contenente ritardanti di fiamma sia sicuro. I ritardanti di fiamma fuoriescono lentamente dal materiale in cui sono stati aggiunti, finiscono nella polvere e vengono trasportati dall'aria.

Ogni notte che passiamo a letto, inaliamo composti pericolosi che a lungo andare causano gravi danni alla nostra salute. Poiché i neonati e i bambini trascorrono la maggior parte del tempo a letto, dovremmo essere estremamente cauti e attenti alla sicurezza dei loro letti e materassi e assicurarci che non contengano sostanze chimiche tossiche.

Alcuni studi hanno rilevato che circa il 90% degli americani ha sostanze chimiche ritardanti di fiamma nel proprio corpo. Per quanto spaventoso possa sembrare, le sostanze chimiche ritardanti di fiamma possono accumularsi anche nel latte materno.

In diversi studi le sostanze chimiche ritardanti di fiamma sono state collegate a un'ampia gamma di gravi problemi di salute:

  • Iperattività
  • Memoria compromessa
  • Disturbi immunitari
  • Disturbi ormonali
  • Deficit di apprendimento
  • QI ridotto
  • Disturbi del sistema riproduttivo
  • Cancro

Sì, la sicurezza antincendio è un aspetto per il quale dovremmo avere una soluzione. Ma questo non significa che dobbiamo compromettere il nostro benessere e la nostra salute in generale. Soprattutto quando esistono modi del tutto naturali per migliorare la sicurezza antincendio in casa senza effetti collaterali.

Cosa rende la lana la migliore alternativa ai ritardanti di fiamma nei materassi e nei mobili?

La resistenza alla fiamma della lana deriva dal contenuto naturalmente elevato di azoto e acqua nelle sue fibre. Per bruciare, la lana richiede una temperatura più elevata e livelli più alti di ossigeno. Soldati, pompieri e poliziotti si affidano alla lana da sempre. Anche gli astronauti e i piloti di Formula 1 indossano la lana vicino alla pelle, riducendo così i rischi in caso di esposizione alle fiamme, afferma l'International Wool Textile Organization. 

Per questo motivo molte aziende utilizzano la lana al posto dei prodotti chimici, creando così un prodotto non tossico e rispettando allo stesso tempo le norme sul rischio di incendio. Purtroppo, molte altre preferiscono utilizzare i ritardanti di fiamma tossici, più comodi e meno costosi. 

I materassi in lana non devono essere spruzzati con sostanze chimiche ritardanti di fiamma.

Come possiamo proteggerci dagli effetti negativi dei ritardanti di fiamma?

I ritardanti di fiamma sono utilizzati praticamente in tutto: tessuti, mobili imbottiti, la maggior parte dei materassi, dispositivi elettronici, ecc. È impossibile stare tranquilli, soprattutto quando l'etichettatura non è prevista dalla legge. Esistono tuttavia alcuni consigli che possono aiutare a ridurne gli effetti.

  • Pulite la casa con uno straccio umido o utilizzate un aspirapolvere HEPA. L'Agenzia per la Protezione dell'Ambiente degli Stati Uniti (EPA) consiglia di ridurre la quantità di polvere presente in casa che può contenere ritardanti di fiamma. Anche spolverare regolarmente può essere utile. 
  • Evitate i prodotti realizzati con schiuma di poliuretano. Il memory e il poliuretano espanso contengono solitamente alte concentrazioni di sostanze chimiche ritardanti di fiamma.
  • Fate ulteriori ricerche su ogni articolo che portate a casa, soprattutto quando fate acquisti per i vostri bambini. Contattate il venditore o il produttore per ottenere informazioni più dettagliate.
  • Quando è possibile, puntate su ritardanti di fiamma naturali e soprattutto sulla lana!

L'esposizione cronica a sostanze chimiche tossiche ignifughe durante il sonno non è l'unico modo per stare al sicuro in caso di incendio. Per fortuna esistono alternative più sane e la lana è una di queste.

 

Per saperne di più

I pericoli nascosti nei letti dei bambini

Quando rimboccate le coperte ai vostri figli per la notte, pensate che siano al sicuro e protetti all'interno della vostra casa. Ci sono porte chiuse a chiave e...

Per saperne di più

La ricerca di un buon riposo notturno: Materassi e biancheria da letto naturali e sintetici

Se non riuscite a dormire bene, se avete troppo caldo, troppo freddo o se vi svegliate nel cuore della notte bagnati fradici... siete...
Per saperne di più

Home of Wool Cuscino per testiera in lana naturale non trapuntata - impostazione

Dormire sulla lana: I vantaggi di un materasso in lana

Perché la lana? Quali sono i vantaggi di un materasso in lana? La lana può davvero aiutare a dormire meglio? I materassi in lana sono comodi? Sono sicuri? Non ti fanno...
Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove + diciotto =